Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2013

Pizzinato e la Resistenza (1943 -1945). Il 19 aprile al PArCo

Immagine
Continuano i venerdì di Pizzinato, programma di appuntamenti collegati alla mostra antologica dell'artista aperta al PArCo di Pordenone. Per molti italiani l’8 settembre 1943 rappresentò il tempo delle “scelte”. Lo fu anche per Armando Pizzinato, giovane insegnante all’Accademia di Belle Arti di Venezia, che dopo l’annuncio dell’armistizio e la rinascita del fascismo non esitò a schierarsi militando attivamente nelle file della Resistenza veneziana. A lui, nome di battaglia “Stefano”, il Pci affidò il delicato incarico di responsabile della stampa e propaganda clandestina. Un impegno che nel gennaio 1945 lo portò all’arresto e alla detenzione nel carcere cittadino, da dove riuscì a fuggire partecipando alle giornate insurrezionali nella sede dell’Accademia di Belle Arti, divenuta il principale centro operativo del movimento di liberazione veneziano.  Venerdì 19 aprile 2013, ore 17,30 Auditorium della Galleria, viale Dante, 33 - Pordenone, conferenza su «Pizzinato e la Resistenza(19…

A Udine si presenta l'Archivio Marcello Mascherini.

Immagine
Venerdì 19 aprile 2013 alle ore 18.00 a Casa Cavazzini, Museo d’arte moderna e contemporanea di Udine, incontro sul tema: L'Archivio Marcello Mascherini: ricerca, memoria, documentazione con Massimo De Sabbata, Vania Gransinigh, Remigio Guadagnini, Nella stessa occasione nell'atrio di Casa Cavazziniverrà inaugurata la mostra “Omaggio a Marcello Mascherini (1906 - 1983)” visitabile fino al 20 maggio 2013.

"Orizzonti aperti" in mostra a Palazzo Attems

Immagine
Dopo il successo di pubblico e di critica ottenuto dalla mostra “Orizzonti dischiusi” allestita l’anno scorso al Salone degli Incanti di Trieste, approda a Gorizia una selezione della stessa esposizione, curata da Joško Vetrih: la mostra s'intitola “Orizzonti aperti a Gorizia” e si è inaugurata giovedì 11 aprile ai Musei Provinciali di piazza De Amicis. Anche nell’esposizione di palazzo Attems-Petzenstein che attinge alle collezioni d’arte della Kb1909 e della Banca Mps,
non mancano le opere degli artisti più importanti di cultura slovena, noti anche a livello nazionale: Veno Pilon (1896–1970), Ivan Cargo (1898–1958), Anton Zoran Mušic (1909–2005), Lojze Spacal (1907–2000), Avgust Cernigoj (1898–1985) e Tone Kralj (1900–1975). A conferire però un autonomo e qualitativo spessore culturale agli "orizzonti" goriziani concorre innanzitutto il contesto espositivo e museale, con il quale la mostra dialoga, tanto che alcuni pezzi saranno inseriti nel percorso della Pinacoteca …