Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2013

Il fascino ineguagliabile di Palazzo Coronini a Gorizia

Immagine
Non c’è in regione un interno di dimora storica che possa degnamente competere con l’atmosfera profondamente, naturalmente, “mitteleuropea” di Palazzo Coronini, un luogo magico che giustamente qualcuno ha definito “il più bel museo del Friuli Venezia Giulia”. Se c’è un motivo per credere nel concetto tanto discusso di “Mitteleuropa”, beh, questo è dato dall’esistenza di questa casa, che non è solo una casa, è una “filosofia” dell’abitare, è la sintesi di un mondo che è esistito davvero, ma forse non esiste più o è solo dentro di noi ma non si vede. Questa “E’ storia”, comunque, per citare una bella manifestazione culturale in corso a Gorizia proprio oggi, ed è anche una rappresentazione ampia, dettagliata, accurata, di una società che ha dominato queste terre di passaggio tra Nord e Sud, tra Oriente e Occidente, collocandosi giusto a metà (in senso metaforico) tra Venezia e Vienna, riuscendo ad appartenere a due mondi e a relazionarsi con entrambi, anzi a sentirsi “di casa” qui e là. …

Alla Fondazione Coronini di Gorizia: una bella mostra di stampe del '900 dagli Uffizi

Immagine
Si intitola "Una novella patria dello spirito. Firenze e gli artisti delle Venezie nel primo Novecento" la mostra aperta nelle scuderie della Fondazione Coronini di Gorizia fino al 30 giugno. Domani, sabato 25 maggio, e domenica 26, sono in programma due visite guidate gratuite (comprese nel biglietto d'ingresso) alle ore 16.
La mostra è costituita da 70 opere di cui 66 di proprietà del Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi ed è accompagnata da un ampio catalogo curato da Giorgio Marini, Maddalena Malni Pascoletti e Cristina Bragaglia Venuti. Ambientata in un suggestivo allestimento ideato dallo Studio Mod.land Architetti Associati di Gorizia, la mostra permette di scoprire un mondo poco noto, quello dell'incisione su lastra metallica, per lo più con la tecnica dell'acquaforte, o su legno, a cui si dedicarono, con risultati eccellenti, pittori che sono più famosi per la loro produzione a olio o, in modo esclusivo, artisti che preferirono questa tecnica sulla s…

Auguri a Federico Pirone nuovo assessore alla cultura

Immagine
La  seconda Giunta Honsell si è appena insediata al governo della città di Udine. C'è, tra tanti volti nuovi, un giovane assessore alla cultura, Federico Pirone, a cui chiediamo di "ringiovanire" l'offerta culturale ma di non trascurare, per questo, l'importanza dei musei, che hanno una funzione centrale e insostituibile nello sviluppo di ogni città.
per conoscere le sue idee:
http://www.federicopirone.it/

Udine: si presenta il libro "Le Chiese della Carnia: la valle del But da Tolmezzo a Timau"

Immagine
Mercoledì 22 maggio alle 18, per il ciclo Dialoghi in Biblioteca, organizzato dalla Biblioteca Civica e dall’Assessorato alla Cultura, presentazione del libro Le Chiese della Carnia. La Valle del But da Tolmezzo a Timau di Luciana Pugliese.

Il libro è stato edito a Tolmezzo da Andrea Moro Editore l’estate scorsa.

All’incontro intervengono il giornalista Mario Blasoni, le storiche dell’arte Gabriella Bucco e Raffaella Cargnelutti e il poeta Domenico Zannier. Il figlio dell’autrice, lo storico Valerio Marchi, ricorda in esordio la figura della madre recentemente scomparsa.

Udine: continua "L'ora etnografica"

Immagine
Ciclo di incontri 'L'ora etnografica' proposto dal Museo Etnografico del Friuli (Palazzo Giacomelli)
Il prossimo argomento è "Scacciare il male. Il controllo dell'invisibile attraverso oggetti e pratiche della vita quotidiana". Ogni oggetto, oltre ad una sua funzione pratica, può assumere connotazioni legate all’invisibile ed in particolare alla dimensione apotropaica - carattere di rito che allontana il male, dunque esorcizzante.

Sabato 25 maggio alle 11.00, partendo da un piccolo allestimento sul tema, Chiara Lenarduzzi propone una visita al Museo Etnografico finalizzata all’attraversamento dei territori di gestione del simbolico. Si inizia dalla “doppia vita” degli strumenti del focolare per estendere il ragionamento su tutti quegli oggetti, segni e gesti che proteggono di volta in volta il corpo, la casa e i campi.


http://www.udinecultura.it/opencms/opencms/release/ComuneUdine/cittavicina/cultura/news/2013/05/25.html

Udine: mostra SIRIAccende la speranza

Immagine
Nell'ambito di una serie di incontri dedicati alla drammatica situazione del popolo siriano l’Associazione no profit Time4life organizza in collaborazione con il Comune di Udine una serie di incontri dedicati alla drammatica situazione del popolo siriano.
Si inizia giovedì 23 maggio alle ore 18.30  presso la Galleria Tina Modotti, con l'inaugurazione della mostra fotografica "SIRIAccende la speranza" che descrive attraverso gli scatti fotografici la Siria in guerra, i campi profughi e le atti9vità dei volontari.
La mostra è visitabile fino al 31 maggio - Ingresso libero