Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2011

Successo degli Stati Generali della Cultura

Immagine
È durata dalle 15 a mezzanotte la lunga maratona degli Stati generali della Cultura, la giornata voluta dall'assessore regionale Elio De Anna affinché la Regione ascoltasse problemi, proposte, indicazioni provenienti dalle tante espressioni del mondo culturale del Friuli Venezia Giulia. Oltre settanta gli interventi che si sono alternati nell'Auditorium della Regione a Udine per quasi nove ore di ascolto ininterrotto. C’erano quasi 500 persone. "Mi sono trovato di fronte una sala affollata all'inverosimile e tutta questa partecipazione contribuisce a testimoniare che abbiamo intrapreso la strada giusta, quella di un percorso condiviso in cui tutti hanno potuto proporre le loro idee per uscire dalla crisi. Una crisi - ha ricordato De Anna - che ha provocato la contrazione dei finanziamenti e che, come accade in tutta la società, ha fatto emergere problemi strutturali che vanno risolti". È anche per questo che la gran parte dei partecipanti ha convenuto sulla neces…

Un segnale positivo: la convocazione degli “Stati Generali della Cultura”

Immagine
Arriva in questi giorni sui tavoli delle istituzioni e degli altri soggetti interessati un invito atteso da anni: la convocazione, nella sede regionale di Udine,  degli “Stati generali della cultura”, iniziativa quanto mai necessaria partita dall’Assessore regionale alla cultura della regione Friuli Venezia Giulia Elio De Anna, che si propone di riempire un vuoto di idee e di azioni – almeno per quanto riguarda la tutela dei beni culturali – divenuto via via che gli anni (anzi, i decenni) sono passati, piuttosto imbarazzante soprattutto nel confronto con le altre regioni.
Inutile dire che le speranze, da parte del mondo dei musei, sono vivissime anche se c’è il timore che, come sempre, l’attenzione vada soprattutto ai teatri e ai cosiddetti “grandi eventi”, perché i musei in questa terribile fase storica, sono il settore più negletto e quello più colpito dalla disattenzione politica, che non si traduce solo nella riduzione dei fondi, ma nel mancato rinnovo del personale, nella mancata…

L'arte intensa e breve di Bianca Marchetti

Immagine
Lunedì 7 marzo alle ore 17.30 alla Galleria d'Arte Moderna inaugurazione della mostra “L'arte intensa e breve di Bianca Marchetti”e visita guidata della dott. Isabella Reale conservatrice della Galleria.

La Galleria d'Arte Moderna, nel mese di marzo, tradizionalmente dedica un'esposizione all’arte delle donne e, in particolare alle artiste presenti nelle collezioni civiche.
Quest'anno la protagonista è la pittrice friulana Bianca Marchetti ed è la prima dedicata all'artista dopo l’omaggio postumo nel 1934. Raccoglie una cinquantina tra dipinti e disegni provenienti da collezioni e chiese friulane accanto alle due opere conservate dal museo, “Viandanti” e “Quaresimale”, esponendo anche oggetti personali, fotografie, memorie e poesie che illustrano la sua breve ma intensa arte. La mostra si inaugura con una visita guidata da Isabella Reale, conservatrice della Gamud e curatrice dell'esposzione insieme con gli eredi dell’artista. La mostra è aperta al pubblico fin…

Musei del Risorgimento del Friuli Venezia Giulia: se non ora, quando?

Immagine
Per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia i principali Musei del Risorgimento hanno realizzato importanti opere di ristrutturazione delle sedi, rinnovo delle esposizioni, allestimento di mostre. E’ il caso del Museo del Risorgimento di Milano, che ha messo in programma il restauro della sede storica di Palazzo Moriggia, dove fino al 10 aprile si può visitare la mostra “Napoleone III e la nascita di una nazione”, mentre il 22 marzo inizierà una rassegna su Carlo Cattaneo, a cui seguirà, in aprile, una mostra su Cristina Belgiojoso Trivulzio. Altre iniziative si susseguiranno per tutto il 2011.

Al Museo Etnografico di Udine oggi si apre la mostra "Liberi tutti, diritto di acqua"

Progetto di Educazione alla Pace e alla promozione dei Diritti Umani con la finalità di creare uno speciale laboratorio di cittadinanza in cui riflettere con i bambini sul futuro, consapevoli che l’educazione alla convivenza non è una particolare disciplina, ma le attraversa tutte e a tutte riconduce. Il tema affrontato è quello dell’acqua intesa come bene comune dell’umanità ed il confronto tra contemporanee criticità e nuove prassi che vengono dal passato; un viaggio narrativo per raccontare l’acqua come bene comune e che accomuna. I laboratori animano i percorso fotografico dei suggestivi scatti del fotografo e reporter friulano Danilo De Marco.L’obiettivo è quello di accrescere la sensibilità individuale sull’importanza e la bellezza di questa risorsa fragile e limitata che è l’acqua e della sua relazione vitale con ogni nostro gesto quotidiano: il cibo, la casa, la salute, la vita. Il percorso fotografico: dalla Cina al Messico, dalle montagne del Kurdistan in Turchia e Iraq alle …