Per il ponte di novembre molte proposte dai musei civici triestini

 
Numerosi gli appuntamenti culturali proposti dai musei triestini per il ponte di Ognissanti. Senza trascurare il fatto che per la giornata di lunedì 3 novembre, nella ricorrenza della Festa di San Giusto, Santo Patrono della Città, il Comune ha disposto l’ingresso gratuito in tutti i Musei per tutti i visitatori, sia residenti che turisti. I musei normalmente chiusi per turno al lunedì sposteranno la chiusura a martedì 4 novembre. 
Un’occasione in più, per i triestini e per tutti coloro che vengono nella nostra città, per approfondirne il ricco patrimonio museale e culturale.
Ecco le principali iniziative in programma (raggruppate per sedi museali):
            AL MUSEO REVOLTELLA
Per quanto concerne i musei di arte e storia, al Museo Revoltella (via Diaz 27), aperto tutti i giorni tranne martedì dalle 10 alle 19, sabato 1 novembre, alle ore 16, si svolgerà una visita guidata con particolare attenzione a “Salon Revoltella”. Saranno ripercorsi i momenti salienti della storia dell’arte triestina attraverso un consistente numero di opere attualmente esposto nelle sale del Palazzo storico e al 5° piano della Galleria d’Arte Moderna. La visita, a cura di Barbara Coslovich, è inclusa nel biglietto di ingresso al museo (intero 7 Euro, ridotto 5).
Sempre sabato 1 novembre al “Revoltella”, alle ore 20.30, primo appuntamento con la XIV° edizione delle Mattinate e Serate Musicali Internazionali. La serata inaugurale prevede un impegnativo e ricercato programma tardo-romantico comprendente brani di autori di Boemia, Inghilterra e Russia con l’apporto solistico del violinista Lucio Degani e l'Orchestra “Busoni” che presenterà l’Idillio di Leos Janacek, la famosa Serenata di Edvard Elgar, la Melodia Ebraica di Joseph Achron e la Serenata di Vasily Kalinnikov (ingresso con biglietto unico a 6,50 Euro). 
Domenica 2, alle ore 10, torna il “Revoltella dei Bambini”, con il laboratorio I colori dell’autunno” dedicato al tema della natura. I bambini, assieme ai loro accompagnatori adulti, potranno osservare le più belle opere d’arte dedicate al tema del paesaggio, e in particolare al paesaggio autunnale, nel
corso di una visita che sarà arricchita da storie e filastrocche e, infine, nello spazio-laboratorio del 5° piano, anche da un esercizio di reinterpretazione fantasiosa e personale di una delle opere viste durante il percorso (questo appuntamento si svolge su prenotazione ed è rivolto alle famiglie con bambini dai 4 ai 10 anni; costo 5 Euro per i bambini con biglietto d'ingresso intero di 7 Euro o ridotto a 5 Euro per gli accompagnatori adulti; prenotazioni al tel. 040-675.4350, o al 340-2479963, oppure scrivendo a didattica_revoltella@comune.trieste.it).

(per ulteriori informazioni su tutte le iniziative del “Revoltella”: tel. 040-675.4350, fax 040-675.4137, posta : revoltella@comune.trieste.it, sito: www.museorevoltella.it). 
AL MUSEO TEATRALE SCHMIDL
e ancora lunedì 3 novembre, alla Sala “Selva” di Palazzo Gopcevic, sul Canal Grande (via Rossini 4), l’ultimo giorno di apertura della mostra “Che storia la RAI... 50 anni della Sede RAI per il Friuli Venezia Giulia” nella quale si possono ritrovare le apparecchiature del passato, sia radiofoniche che televisive, foto storiche, vecchi copioni, pagine del “Radiocorriere TV” dedicate alle produzioni della Sede, filmati su Trieste risalenti ai primi anni della televisione, i servizi dei telegiornali sugli avvenimenti regionali negli ultimi 50 anni, brani radiofonici che hanno fatto la storia di Radio Trieste. Frutto della collaborazione tra il Comune di Trieste e la Sede RAI FVG, la mostra si integra con il percorso espositivo permanente del Civico Museo Teatrale “Carlo Schmidl” e, nella ricorrenza del Santo Patrono, tanto la mostra quanto le sale del Museo Teatrale saranno visitabili con orario 10-17 e come detto con ingresso gratuito.
Inoltre, nell'ambito delle attività collaterali a questa iniziativa, avrà luogo alle ore 11, alla Sala “Bobi Bazlen” dello stesso Gopcevich, la proiezione di un filmato sulla storia del «San Giusto d'Oro», lo storico premio dei Cronisti Giuliani a personalità ed enti che hanno illustrato la nostra città nel mondo. Nell'occasione sarà anche ufficialmente annunciato, da parte della locale Associazione della Stampa, il nome del vincitore dell'edizione 2014 del Premio. 
E a seguire, si svolgerà infine una visita guidata gratuita alle sale dello “Schmidl”, a cura di Stefano Bianchi, Conservatore del Museo.

 L'ORARIO INVERNALE DEI MUSEI CIVICI DI STORIA ED ARTE

Ricordiamo che dal 1° novembre i Musei di storia ed arte seguiranno l'orario invernale per cui (salvo il 3 novembre giornata di apertura eccezionale per il patrono San Giusto) si potrà accedervi secondo le seguenti fasce orarie:
  • Castello di San Giusto: mura esterne dalle 9 alle 17, sale interne dalle 10 alle 17 ;
  • Civico Museo di Storia ed Arte e raccolte archeologiche: 9-17 (chiuso il lunedì)
  • Museo della Risiera di San Sabba: tutti i giorni 9-19
  • Museo della Guerra per la Pace "Diego de Henriquez": 10-17 (chiuso il martedì)
  • Museo teatrale "Schmidl": 10-17 (chiuso il lunedì)
  • Museo Sartorio: 13-17 da martedì a sabato; 10-17 domenica; (unedì chiuso)
  • Museo d'arte orientale: 13-17 da martedì a sabato; 10-17 domenica; (unedì chiuso)
  • Museo del Risorgimento: aperto tre giorni al mattino dalle 9 alle 13 e tre giorni al pomeriggio dalle 13.30 alle 18. Chiuso il lunedì.
  • Museo Morpurgo e Museo di storia patria: aperti su appuntamento
 AI MUSEI SCIENTIFICI

Venendo ai musei scientifici, il Museo del Mare (via di Campo Marzio 5) e il Museo di Storia Naturale (via dei Tominz 4), tra il 31 ottobre e il 3 novembre, saranno aperti ogni giorno dalle ore 10 alle 17.

In particolare, al Museo di Storia Naturale nel pomeriggio di lunedì 3 novembre, alle ore 15, avrà luogo il laboratorio “Caccia al Fossile”, un appuntamento coinvolgente che farà vivere ai partecipanti “un giorno da paleontologi”, con simulazioni di scavi, estrazione e riconoscimento di fossili, osservazioni al microscopio, realizzazione di calchi (per famiglie con bambini di 6-12 anni, a cura di ADM, con prenotazione obbligatoria scrivendo a trieste@assodidatticamuseale.it). 
E mentre il Museo del Mare mostrerà i suoi reperti anche nel corso di un particolare evento dedicato alla crocieristica e collegato al varo della nave “Costa Diadema”, dal canto suo, in un diverso ambito urbano, nel verde del Colle di Chiadino, il Civico Orto Botanico (via Marchesetti 2) resterà pure lui aperto ogni giorno, dalle ore 9 alle 14, offrendo un’occasione ideale per ammirare le ultime fioriture autunnali, le bacche di stagione e il "foliage" di alberi e cespugli con le impareggiabili sfumature di questa stagione.



Commenti

Post popolari in questo blog

Artisti friulani tra Otto e Novecento: Antonio Camaur (1875-1919)

Dove sono le opere di Lucio Fontana dei musei friulani?

Chiude l'AIM, Alinari Image Museum, di Trieste.