La Regione Friuli Venezia Giulia "scarica" i musei che ha fatto nascere


Se è vero che non possono esistere quattrocento istituzioni, in Friuli Venezia Giulia, a poter fregiarsi a pieno titolo della definizione di museo, è anche vero che la Regione, nel 2015, non può permettersi di "tirare una riga" e abbandonare a sé stesse le innumerevoli realtà locali che - con l'approvazione della Regione e spesso con cospicui investimenti - hanno concorso negli ultimi trent'anni a non disperdere i piccoli-grandi tesori del territorio, le tracce del nostro passato, l'eredità di un'identità locale che si fa sempre più fatica a riconoscere nella vita di oggi.
Manderemo tutto alla discarica? Se ne occuperanno da soli i Comuni, che non hanno più soldi neppure per i servizi fondamentali? Sarà cancellato anche quel poco che resta di storia locale comunque già ignorato dalle Università e orfano di benemeriti studiosi di paese?  >>>

E il modello culturale quale sarebbe? Quello di Villa Manin che fa le mostre di fotografia che si potrebbero fare in qualsiasi altro luogo? La verità è che non ci sono più quelle figure di intellettuali, storici, storici dell'arte, che in un passato non così lontano (si pensi ad Aldo Rizzi, Giancarlo Menis, Giuseppe Bergamini...) riuscivano a coniugare la grande storia con le vicende del nostro territorio. Mostre come I Longobardi, Ori e tesori del Friuli Venezia Giulia, La scultura lignea in Friuli nessuno è più capace di farle. Il solo torto che hanno avuto questi personaggi è di non avere fatto scuola, di non avere individuato i loro eredi.
Adesso la politica culturale la fanno i burocrati. Cioè non esiste più nessuna politica culturale.
Merita leggere l'intervista rilasciata al Piccolo dall'assessore regionale alla cultura Gianni Torrenti all'inizio dell'anno. Si profila una falcidia di piccoli musei, a beneficio di quelli più turistici. Ma siamo sicuri che il Castello di Miramare rappresenti il Friuli Venezia Giulia più del Museo Carnco di Tiolmezzo (nella foto) o del Museo etnografico del Friuli di Udine che avranno meno di un decimo dei suoi visitatori?

 http://ilpiccolo.gelocal.it/trieste/cronaca/2015/01/12/news/la-regione-sfida-quattrocento-musei-1.10653269

Commenti

Post popolari in questo blog

Artisti friulani tra Otto e Novecento: Antonio Camaur (1875-1919)

Dove sono le opere di Lucio Fontana dei musei friulani?

Un grande artista nato qui: Luigi Spazzapan