A Pagnacco mostra su una tradizione venatoria oggi fuori legge

E' stata inaugurata al Museo di Storia Contadina di Fontanabona (Pagnacco) la mostra dal titolo «Lâ a tindi» nelle foto di Carlo Innocenti. Storia e denuncia di una tradizione venatoria.

L’esposizione proponealcuni oggetti legati alla tradizione venatoria e una ricca selezione di istantanee di Carlo Innocenti, fotografo che fin dagli anni ‘60 ha indagato gli aspetti etnografici e sociali dell’antica cultura rurale friulana. Si tratta di immagini che testimoniano una pratica un tempo estremamente radicata in regione, tanto da costituire una vera e propria attività economica integrativa dell’agricoltura. Vietata dalla Legge n. 157 del 1992, il ricordo di tale tradizione permane tuttavia anche a Fontanabona, sia in ciò che rimane degli antichi impianti arborei per roccoli e bressane, sia nella toponomastica di alcune vie del compendio.>>>
Partendo dall’analisi del passato, le fotografie accompagneranno il visitatore in una riflessione incentrata sull’evolversi degli usi, della sensibilità e sul tema della ricerca di un armonico equilibrio tra uomo e natura.

La mostra, a ingresso gratuito, rimarrà aperta fino al 31 ottobre e sarà visitabile nelle giornate di sabato dalle ore 15.00 alle 18.30 e domenica dalle 10.00 alle 18.30.

Commenti

Post popolari in questo blog

Artisti friulani tra Otto e Novecento: Antonio Camaur (1875-1919)

Dove sono le opere di Lucio Fontana dei musei friulani?

Chiude l'AIM, Alinari Image Museum, di Trieste.