L'offerta dei musei di Udine per le feste di Pasqua 2016


I Musei civici di Udine hanno comunicato le iniziative di Pasqua. Il programma più ricco si svolge in Castello sotto il titolo "Pasquetta all'insegna di 'musica e musei'.
Lunedì 28 marzo, si terrà “Aperto 2016”, l' itinerario artistico­-musicale ambientato nel Salone del Parlamento e nelle sale del compendio del castello (Museo Archeologico, Risorgimento, Galleria di Arte Antica, Galleria dei disegni e delle stampe, Museo friulano della fotografia e Fototeca).
Il Salone del Parlamento ospiterà due concerti: - alle 12: concerto jazz con il contrabbassista torinese Aldo Mella, Federico Missio al sax e Francesco Bertolini alla chitarra, con l'esecuzione di standard della tradizione jazzistica e brani originali
- alle 16: musica classica, a cura dell’associazione culturale “Progetto musica”, con l'esibizione del Duo Aspera, Ghenadie Rotari alla fisarmonica e Valentina Vargiu al pianoforte.
Dalle 11 alle 17, sono previste altre performance musicali nelle varie sale dei Musei, con Alba Nacinovic, Francesco de Luisa, Filippo Orefice e Mattia Magatelli); alle 17.30, infine, aperitivo in musica all’aperto, alla Casa della Contadinanza.


PROGRAMMA
ore 10.00: apertura spazi museali, accoglienza visitatori e consegna programma della giornata.
ore 10.40 ­ - 11.05: sala A -  Nacinovich ­De Luisa (duo voce e pianoforte)
ore 11.15 ­ - 11.40: sala B - Orefice­Magatelli (duo sax e contrabbasso)
ore 12.00 ­ - 13.15: presentazione della giornata; concerto nel Salone del Parlamento a cura di Liveact: La Scimmia Nuda trio feat. Aldo Mella, Federico Missio (Sax) Francesco Bertolini (Chitarra) Aldo Mella (contrabbasso)
ore 15.00 ­- 15.25: Sala A - Nacinovich­De Luisa (duo voce e pianoforte)
ore 15.30 - ­ 15.55:  Sala B - Orefice­Magatelli (duo sax e contrabbasso)
ore 16.00 ­ - 17.00: concerto nel Salone del Parlamento a cura dell’ass. Progetto Musica: Duo Aspera, Ghenadie Rotari (Fisarmonica) Valentina Vargiu (Pianoforte)
ore 17.30­ - 19.30: aperitivo in musica alla Casa della Contadinanza (a cura di Progetto Musica)


Tutte le iniziative di “Aperto 2016” sono gratuite.
Per salire al Castello: bus navetta gratuito

MUSEO ETNOGRAFICO: mostra “In Luce. Storia, arte e simbologia dell’illuminazione”
Un percorso di approfondimento e conoscenza sul tema della storia dell’illuminazione fra ieri e oggi, proponendo stimoli e occasioni di approccio a un vasto  argomento che spazia tra scienza, storia e tecnica, passando attraverso la storia sociale e di vita urbana, per arrivare a letteratura, arte e pubblicità.
Ai bambini che visiteranno la mostra sarà donato un poster­gioco per conoscere il valore della luce e l'importanza di preservarla per la grande necessità nel mondo contemporaneo.

GALLERIA TINA MODOTTI: mostra “METAMORFOSI DEI LUOGHI
Una personale dedicata alla ricerca artistica del fotografo Stefano Tubaro. La mostra rientra nel percorso artistico permanente “Insumiàn ­ Cantiere aperto di arti contemporanee” organizzato dall’associazione culturale Colonos in collaborazione con il Comune di Udine.
La mostra si terrà in due sedi: ai  Colonos di Villacaccia e alla Galleria Tina Modotti di Udine.
A Udine la mostra alla Galleria Tina Modotti inaugurerà martedì 22 marzo alle ore 18 e resterà aperta fino al 17 aprile.
Ingresso gratuito
Orari: venerdì dalle 16 alle 19; sabato e domenica (e lunedì di Pasqua) dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16 alle 19.

GALLERIE DEL PROGETTO: mostra “DEPORTATI. La deportazione politica dal Friuli (1943-­45)
Mostra foto­documentaria a cura di Anna Colombi su testi di Flavio Fabbroni
Un cammino della memoria che rivive l’esperienza vissuta nei campi di concentramento nazista dagli oppositori al regime fascista che dal Friuli, attraverso il carcere e indicibili torture e sofferenze vi furono deportati, in molti casi lasciandovi la vita
Orari: venerdì dalle 16.00 alle 19.00; sabato e domenica ore 10.30­12.30 / 16.00 – 19.00

CASA DELLE DONNE: mostra “ALTRE LATITUDINI”
Le opere di Renza Moreale, a cura del Comitato DARS. “Sperimentazione” e “ricerca” sono parole chiave nel lavoro dell’artista friulana, a proposito del quale lei stessa dichiara “Amo rappresentare atmosfere irreali, a volte inquietanti, colme di mistero, scandite da passaggi di velature, dove il sogno e la realtà, il concreto e l’astratto convivono in armonia e dove il silenzio è protagonista”.
La mostra resterà aperta fino al 9 aprile
Orari: martedì e giovedì dalle 16.30 alle 19.00

Altri musei:
Il Museo Diocesano e le Gallerie del Tiepolo si possono visitare sabato 26 marzo e lunedì 28 marzo con questo orario: 10.00-13.00; 15.00-18.00. Martedì 29 sarà chiuso.
I biglietti possono essere acquistati fino a mezz'ora prima della chiusura. Ingresso intero: 7,00 euro
Ingresso ridotto: 5,00 euro (gruppi minimo 15 persone, over 65 anni, titolari card AMEI e FAI)
Ingresso ridotto special: 3,00 euro (scolaresche e ragazzi dai 6 ai 18 anni)
Ingresso gratuito: disabile e suo accompagnatore, guide turistiche (munite di regolare attestato), bambini fino ai 6 anni, ospiti d'onore dell'Arcivescovo, titolari FVG card
Particolari convenzioni:
Gratuità per chi acquista la FVG card presso il punto informazioni della città
Ingresso ridotto (5,00 euro) per i possessori della card AMEI (Associazione Musei Ecclesiastici Italiani). Ingresso ridotto (5,00 euro) per i tesserati FAI (Fondo Ambiente Italiano

Commenti

Post popolari in questo blog

Chiude l'AIM, Alinari Image Museum, di Trieste.

Quando del patrimonio non importa proprio nulla...

Artisti friulani tra Otto e Novecento: Antonio Camaur (1875-1919)