Novità al Museo del Risorgimento di Trieste

E'stata inaugurata il 20 dicembre la mostra "Oberdan/Nordio. Materiali per due anniversari" al Civico Museo del Risorgimento di Trieste. Resterà aperta fino al 7 aprile 2013 (ingresso gratuito, ogni giorno eccetto il lunedì, dalle10 alle 18. Indirizzo: via XXIV Maggio 5, piazza Oberdan).
Il Civico Museo del Risorgimento è ospitato nell'edificio appositamente progettato dall'architetto Umberto Nordio tra il 1931 e il 1932, e decorato con alcuni bellissimi affreschi eseguiti nel 1935 da Carlo Sbisà che raffigurano allegoricamente le città redente. Conserva documenti, fotografie, divise, cimeli, dipinti relativi a fatti e personaggi delle vicende risorgimentali locali, dai moti del 1848 alla prima guerra mondiale. All'esterno si trova il Sacrario dedicato alla memoria di Guglielmo Oberdan, con la cella in cui fu imprigionato e il monumento bronzeo di Attilio Selva. (continua a leggere...)

Perduta l’occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, che nel 2011 ha permesso di rinnovare i principali musei del Risorgimento italiano, questo importante istituto, che ha il fascino, ma anche i segni evidenti del tempo passato, da troppo tempo attende un progetto di restauro della sede e di adeguamento del percorso espositivo agli standard museali attuali.
Per ora non ci sono le risorse sufficienti per un’opera completa di ammodernamento ma ugualmente il Comune e la direzione dei Musei civici hanno ritenuto doveroso fare partecipare il museo alla celebrazione dei 140 anni dall’esecuzione di Guglielmo Oberdan (20 dicembre 1882) con un duplice ricordo dedicato alla figura del martire e all’architetto Umberto Nordio, che giusto ottant’anni fa progettava questo splendido edificio alla sua memoria.
La mostra inaugurata nel giorno stesso dell’anniversario, giovedì 20 dicembre, è costituita da una nuova sala dedicata ai ricordi di Oberdan, completamente riallestita e riordinata, grazie anche al recupero di oggetti e documenti inediti, e da una rassegna dei progetti originali di Umberto Nordioper l’edificio nonché un nucleo di gessi conservati abitualmente nella gipsoteca dei Civici Musei che rappresentano i modelli presentati da vari artisti, tra cui Franco Asco, al concorso indetto alla fine degli anni venti per il monumento a Oberdan. Sono esposte anche numerose fotografie provenienti dalla Fototeca dei Civici Musei.
Anche le altre sezioni sono state interessate da un lavoro di manutenzione e di riordino delle vetrine, e delle opere d’arte presenti nel museo, oltre a una completa didascalizzazione curata dalla conservatrice del museo Antonella Cosenzi, che permetterà di approfondire le vicende biografiche dei personaggi documentati nel grande salone dei volontari e nella sala delle medaglie d’oro. Grafica e ambientazione sono di Lorenzo Michelli.
L’iniziativa si pone come l’avvio di un processo di revisione e di integrazione dei percorsi museali triestini dedicati alla storia, che nel 2013 interesserà anche il Museo di storia patria, la Risiera di San Sabba e il Museo de Henriquez.

Commenti

Post popolari in questo blog

Chiude l'AIM, Alinari Image Museum, di Trieste.

Quando del patrimonio non importa proprio nulla...

Artisti friulani tra Otto e Novecento: Antonio Camaur (1875-1919)