Domeniche d'inverno (gratis) nei musei del Friuli Venezia Giulia

Gorizia, Palazzo Attems
Questa è una buona notizia per tutti coloro che amano e frequentano i nostri musei.
Iniziano domani, infatti, domenica 20 gennaio, le “Domeniche d’inverno nel musei del Friuli Venezia Giulia” promosse dall’Assessorato alla Cultura della Regione.
Per sei domeniche, dal 20 gennaio al 24 febbraio, saranno visitabili gratuitamente i più importanti musei del Friuli Venezia Giulia, esclusi i siti statali (Miramare, Aquileia, Cividale).

Gorizia, partecipano all'iniziativa Palazzo Attems Petzenstein, piazza De Amicis; in Borgo Castello il Museo Moda e Arti Applicate, il Museo della Grande Guerra e la collezione archeologica; inoltre sarà a ingresso libero il museo della Fondazione Palazzo Coronini Cronberg (viale XX Settembre). In provincia: Gradisca d’Isonzo con la Galleria regionale d'arte contemporanea Luigi Spazzapan. A Monfalcone il MuCa - Museo della Cantieristica. 
Udine, Castello da piazza Libertà

A Udine si entrerà gratis in tutti i Civici Musei cioè ai Musei del Castello (con la Pinacoteca, il Museo archeologico e il Museo del Risorgimento), a Casa Cavazzini, al Museo etnografico e alle Gallerie del Progetto. Ma anche nel Museo Diocesano e alle Gallerie del Tiepolo (Udine). In provincia troviamo nell’elenco il Museo dell'arte molitoria (Mulino Cocconi - Gemona).
A Tolmezzo sarà liberamente accessibile il Museo Carnico delle Arti Popolari 'Michele Gortani' (Tolmezzo).

Pordenone, Museo d'arte
A Pordenone e provincia è previsto l' ingresso libero ai seguenti musei: Museo delle Scienze (Pordenone), Museo Civico d'Arte di Palazzo Ricchieri (Pordenone), Museo Archeologico del Friuli Occidentale (Pordenone);
Saranno aperti liberamente inoltre il Museo della vita contadina "Diogene Penzi" (San Vito al Tagliamento), il Museo dell'emigrazione (Cavasso Nuovo) e il Museo dell'arte fabbrile e delle Coltellerie di Maniago

I musei civici di Trieste aderiranno all’iniziativa da domenica 27 gennaio. Si entrerà gratuitamente al Museo del Castello di San Giusto, al Museo Winkelmann, al Museo Sartorio, al Museo d'arte orientale, alla Risiera di San Sabba, al Museo Diego de Henriquez, al Museo del Risorgimento, al Museo teatrale 'Carlo Schmidl', al Museo di storia naturale, all'Acquario marino, alla Sezione Museo del Mare del Magazzino 26, all'Orto botanico e al Museo Revoltella, galleria d’arte moderna.

Commenti

Post popolari in questo blog

Artisti friulani tra Otto e Novecento: Antonio Camaur (1875-1919)

Dove sono le opere di Lucio Fontana dei musei friulani?

Chiude l'AIM, Alinari Image Museum, di Trieste.